Sono Annarita Cosso e sono in Cittadinanzattiva da oltre 40 anni. Faccio parte di questo grande network, per me una famiglia, dalla sua fondazione. Da sempre, fin dalle mie esperienze giovanili, mi sono interessata al tema della democrazia diretta dei cittadini e dei diritti di tutti noi.

L’idea di attivarmi in favore della riqualificazione dell’edicola di Spoleto è nata da una esigenza e problematicità evidenziata dai cittadini locali, colpita da gravi problematiche legate in particolare al terremoto di inizio 2017. La città vittima ingiustificata di un’emergenza e degrado architettonico, oltre che sociale, non è grado di rendere giustizia ad un luogo affascinante sotto ogni profilo, in primis culturale e paesaggistico. Mossa dalla passione e dalla determinazione per questo progetto, con Cittadinanzattiva abbiamo deciso di partecipare alla riqualificazione dell’area a partire da una vecchia e abbandonata edicola. Abbiamo avviato delle trattative con l’Amministrazione Comunale affinché fosse concessa a Cittadinanzattiva la presa in “concessione dell’edicola”, un punto strategico all'interno della città ma ormai in disuso e chiusa da anni. 

L’edicola rappresenta un luogo strategico per la vita del paese e per la partecipazione di tutti i cittadini. In particolare, consultando i cittadini è emersa l’esigenza di dare ascolto e sostegno all’attività turistica della città e, per l’occasione, abbiamo voluto creare una “area di mezzo” che potesse dare luogo a future opportunità di partecipazione civica in ottica generativa: abbiamo riqualificato l’edicola rendendola un Info. Point turistico che rendesse l’area un punto di animazione per la vita culturale e sociale della città. Il progetto è stato realizzato il 20 Settembre 2017 e ha visto la piena approvazione da parte dei turisti, che oggi finalmente trovano più semplice visitare le bellezze del luogo."È stato, ed è tutt’ora, un grande successo e sono orgogliosa di tutto questo". Grazie alla partecipazione attiva di molti volontari, dell’Ufficio Turistico, di tecnici e filosofi, sono orgogliosa di aver partecipato alla riqualificazione di un intero "modo di vivere la città e le sue bellezze".

Apprezzo fortemente quando da “idee si generano altre idee per il presente ma, soprattutto, per il futuro delle nostre generazioni”. Un orgoglio personale, anche in vista delle attività che di seguito a questo vi si stanno sviluppando tutte attorno come la “Social Street”, un ulteriore progetto per la promozione dell’attività turistica, della partecipazione civica e della formazione culturale di ogni cittadino, o turista, che si avvicini a Spoleto.

Annarita Cosso, Funzionario della Pubblica Amministrazione con delega alla Cultura.